Restart

Il progetto si prefigge di realizzare una “filiera pilota” capace di integrare raccolta, selezione e riutilizzo di scarti di eccedenze alimentari per produrre materiali capaci di ridurre l’inquinamento ambientale delle acque con importanti ricadute sulla salute umana e sull’agricoltura.

A loro volta, parte degli scarti della produzione di tali materiali verranno riutilizzati per usi alimentari, realizzando un esempio concreto ed efficace di economia circolare.

Obiettivi:

  • Recupero di composti chimici (acidi organici, ammine biogene, polisaccaridi, polifenoli ecc.) da scarti ed eccedenze alimentari, attraverso tecniche di estrazione a basso impatto ambientale (principio di Naviglio, ovvero estrazione basata su effetti di compressione/decompressione del solvente estraente, uso di acqua e deep eutectic solvents eco-compatibili):
  • Produzione di efficienti sistemi di filtrazione, interamente basati sull’uso di prodotti di derivazione alimentare, utilizzabili per l’abbattimento di metalli pesanti e microinquinanti da acque per uso agricolo e domestico. 
  • Produzione di gel per uso alimentare, utilizzando agenti addensanti ottenuti da parte degli scarti della produzione.

Coordinatori del progetto: per il DII Ivano Alessandri

Partner: Cooperativa Sociale CAUTO, INSTM

Sito Internet: https://restart.unibs.it

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!