53.a Giornata di Studio di Ingegneria Sanitaria-Ambientale – Autorizzazione Integrata Ambientale negli impianti di trattamento acque reflue e rifiuti liquidi

FotoA cura di:

COLLIVIGNARELLI Carlo SORLINI Sabrina

Sfoglia la rubrica

In Italia, la Direttiva 2010/75/UE, meglio nota come Direttiva IED (Industrial Emissions Directive), è stata recepita con il D.Lgs. 4 marzo 2014 n. 46, che ha introdotto importanti novità nel rilascio e nell’applicazione dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). I principali aspetti innovativi riguardano le attività soggette a regime di AIA, il rinnovo e il riesame, la relazione di riferimento e il regime sanzionatorio. Il sottogruppo di Lavoro «Autorizzazione Integrata Ambientale negli impianti di trattamento acque», operante nell’ambito del Gruppo di Lavoro “Gestione impianti di depurazione” dell’Università di Brescia, ha operato con l’obiettivo di raccogliere informazioni riguardo alle principali implicazioni legate alla «nuova» AIA negli impianti di trattamento acque reflue e/o rifiuti liquidi e di approfondire alcuni punti di particolare interesse emersi nel corso di una precedente attività del sottogruppo: tipologia e applicazione delle MTD (Migliori Tecnologie Disponibili), controllo delle emissioni e individuazione di indicatori di funzionalità degli impianti di trattamento acque reflue e/o rifiuti liquidi. A tale fine, il Sottogruppo ha condotto un’indagine che ha coinvolto diversi gestori di impianti di depurazione (su scala nazionale), oltre ad altre categorie di attività produttive (es. industria tessile, galvanica, metallurgica, etc.), limitatamente ai casi di aziende che presentano all’interno del loro stabilimento un impianto di depurazione. Le finalità dell’indagine, presentate nella 53° Giornata di Studio tenutasi a Brescia il 16 marzo 2016, sono state di mettere in luce aspetti positivi e negativi riscontrati nell’applicazione dell’AIA negli impianti di trattamento, individuare le principali differenze nelle metodologie di attuazione dell’AIA adottate dalle diverse Regioni, con particolare riferimento all’individuazione delle MTD, dei piani di monitoraggio e degli indicatori di performance ambientale.

Partner dell’attivita’: Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia, Ecologica Naviglio S.p.A., Ambienthesis S.p.A., Teknofanghi S.r.l.

Dipartimento: DICATAM

Anni di svolgimento: 2016

Record ID: 182

Divulga anche tu!

Torna su