San Salvatore-Santa Giulia di Brescia: dal monastero al museo

FotoA cura di:

DE PAOLI Massimo

Sfoglia la rubrica

Partecipazione al gruppo di ricerca sul monastero di Santa Giulia di Brescia, promosso dall’Università Cattolica e il Centro studi longobardi in collaborazione con l’Università degli Studi di Brescia, L’Università della Campania e l’Università del Molise in merito alla ricostruzione digitale e alla modellazione delle fasi architettoniche della basilica di San Salvatore dal’ VIII al XXI secolo per la conoscenza e la valorizzazione turistica del complesso monastico, oggi patrimonio Unesco, e del museo Piamarta realizzato all’interno della clausura dell’antico cenobioi. I primi risultati sono stati presentati nell’ambito del convegno internazionale IRCLAMA (2016), pubblicati in “Strutture architettoniche e restauri in Santa Giulia di Brescia: la cripta di San Salvatore”, Hortus Artium Medievalium vol. 23/1, 2017, pp. 140-177, ISSN:1330-7274; “Disegni, ricostruzioni grafiche e rendering”, in F. Stroppa, “Desiderio. La basilica di San Salvatore di Brescia: dal monastero al museo”, prefazione di M. Rotili, premessa di G. Archetti, fondazione CISAM, Spoleto, 2018 (Centro studi longobardi. Convegni 1,2), pp. 21-30, ISBN:978-88-6809-197-2 e presentati nel circuito internazionale nel 2017. Attualmente la ricerca è in corso insieme alla realizzazione della modellazione tridimensionale che periodicamente viene inclusa nell’offerta didattica del centro studi longobardi e del museo Piamarta.

Partner dell’attivita’: Università degli Studi di Brescia, Università Cattolica del Sacro Cuore, Centro Studi Longobardi, Università della Campania, Università del Molise, Museo Piamarta.

Dipartimento: DICATAM

Anni di svolgimento: 2016 – Presente

Sito web: Visita il sito web dell’attivita’

Documento allegato: Apri il documento allegato

Record ID: 189

Divulga anche tu!

Torna su